QUALCOSA SUL RIUSO

Esistono varie tipologie di riuso: la prima è quella che io definisco Riuso “Quotidiano” quando prendiamo un oggetto caro, vecchio e un po’ rovinato e gli diamo una rinfrescata (un po’ di colore, qualche chiodo…) per continuare a usarlo e amarlo più di prima.
La seconda è il Riuso Artistico dove si può stravolgere la forma e l’uso di un oggetto (magari utilizzando solo alcune delle sue parti e,o aggiungerle a quelle di un altro).
Dove un giornale si trasforma in una trama di tessuto e una puleggia in una parte di un tavolo….

Da qualche anno ormai si sente spesso parlare di riuso come metodo per rispettare l’ambiente e quindi noi stessi.
Evitare gli sprechi è l’azione principale per ridurre la quantità di rifiuti e la produzione di materie dannose, quindi è un modo per offrire al nostro pianeta un aiuto concreto.

Chi ancora non conosce questo “stile” spesso pensa che i prodotti che derivano dal riuso non siano esteticamente al top e per questo motivo non li sceglie. Niente di più sbagliato!
Il riuso infatti non è solo un appello all’ecologia e alla nostra coscienza ambientale, ma è anche
un appello alla bellezza.
Grazie al riuso si possono arredare case, negozi, giardini con mobili e complementi d’arredo unici e originali.
Il riuso oltre che ad essere uno stile di vita sta diventando un vero e proprio “stile”; lo prova il fatto che sempre più spesso opere di riuso sono
presenti anche nelle migliori riviste di arredamento e design.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.